Consigli preziosi per la concimazione delle succulente: scoprite come concimare le succulente

Albert Evans 19-10-2023
Albert Evans

Descrizione

In generale, la cura delle piante grasse è molto semplice, poiché queste piante carnose sono note per la loro capacità di crescere in condizioni di siccità e terreni poveri in varie zone desertiche. Ma ricordate che, anche se sono piante facili da coltivare, richiedono comunque cure di base.

Tra le cose da curare per avere una collezione di piante grasse belle e sane c'è la concimazione. Per questo è importante sapere esattamente come concimare le piante grasse.

Oltre a non dimenticare di concimare le piante grasse, bisogna sapere qual è il momento migliore per annaffiarle, come combattere i parassiti più comuni, come curarle, ecc.

Ma, come sempre, siamo qui per aiutare, soprattutto coloro che non sono stati benedetti dal pollice verde! Quindi, scopriamo come concimare le piante grasse nel modo giusto e impariamo alcuni consigli su come prendersi cura delle piante grasse per mantenerle felici e sane più a lungo. Scoprite queste preziose informazioni qui sotto!

Fase 1: utilizzare la buccia di banana per creare un fertilizzante ricco di potassio

Invece di gettare le bucce di banana nella spazzatura, usatele come un eccellente fertilizzante ricco di potassio per le piante grasse.

Il potassio non è essenziale solo per noi esseri umani, ma anche per le piante. Una buccia di banana essiccata contiene circa il 42% di potassio.

Il potassio rafforza gli steli delle piante, le protegge dalle malattie e aumenta la produzione di fiori.

Fase 2: Tagliare le bucce di banana

- Una volta separate le bucce di banana, utilizzare un coltello pulito per tagliarle in piccoli pezzi.

A quanto pare è possibile utilizzare anche il guscio intero, ma molti ritengono che tagliandolo prima si esponga una maggiore superficie per rilasciare più sostanze nutritive nell'acqua.

Fase 3: Mescolare con acqua

- Aggiungete questi pezzi di buccia di banana a un barattolo di acqua fresca.

Guarda anche: I modi migliori per curare le piante acquatiche per l'acquario

Fase 4: Lasciare in ammollo per due giorni

- Più a lungo lo si lascia in ammollo, più sostanze nutritive verranno rilasciate nell'acqua (ma due giorni sono sufficienti).

Consigli per combattere i parassiti delle piante grasse:

Alcuni dei parassiti più comuni delle succulente sono le cocciniglie (si notano nel punto in cui le foglie incontrano il fusto), gli afidi (si trovano su foglie, fusti e boccioli di fiori) e le cocciniglie della vite (si notano per la crescita stentata o l'allentamento della pianta).

- Le cocciniglie e gli afidi possono essere combattuti con il sapone insetticida: mescolate alcune gocce di sapone con acqua calda (aggiungete anche qualche goccia di olio da cucina se l'infestazione è molto grave).

- Applicare la miscela sulle aree interessate utilizzando un flacone spray o un bastoncino di cotone.

- Se vedete le cocciniglie, rimuovete e scartate il terreno prima di ripiantare la succulenta in un nuovo terreno pulito.

- Dato che i parassiti delle piante possono "salire" sulle nuove piante appena uscite dal negozio di fiori, è meglio mettere in quarantena queste nuove aggiunte per qualche settimana, controllando quotidianamente la presenza di parassiti e malattie.

- Continuate a monitorare le piante grasse per una settimana dopo averle piantate nella nuova posizione.

Fase 5: innaffiare la succulenta

- Dopo due giorni, potete innaffiare le piante grasse con l'acqua ricca di potassio.

Guarda anche: Come creare un deodorante per ambienti da un bastoncino in 10 semplici passi

Se amate il giardinaggio e volete utilizzare le piante grasse per decorare il vostro giardino, vi suggeriamo di dare un'occhiata a questo passo passo che vi insegna come realizzare un mini giardino delle fate con le piante grasse!

Fase 6: Come concimare le piante grasse: concime ricco di azoto

Sebbene i fondi di caffè siano ricchi di azoto, è necessario applicarli con parsimonia alle piante come fertilizzante.

- Cospargetene uno strato sottile direttamente sul terreno e mescolatelo al terreno intorno alla vostra succulenta.

- Coprite i fondi di caffè con corteccia di pino o pacciame (questo aiuterà a mescolare ulteriormente i fondi di caffè al terreno).

Fase 7: applicazione di fertilizzanti ricchi di fosforo

La cenere di legno è l'avanzo organico e inorganico che rimane dopo la combustione di legno non sbiancato o di fibre di legno. In generale, le dicotiledoni producono più cenere delle conifere, mentre la corteccia e le foglie producono più cenere delle parti legnose interne dell'albero.

La cenere di legna è ricca di fosforo (fondamentale per la costituzione dell'apparato radicale e per aumentare la produzione di fiori della pianta), potassio e magnesio, mentre il calcio è il più abbondante. In termini di fertilizzanti commerciali, la cenere di legna può essere classificata come 0-1-3 (N-P-K). Inoltre, nella cenere di legna si trovano anche molti micronutrienti importanti per la produzione di fiori.una corretta crescita delle piante.

- È sufficiente mescolare un cucchiaio di cenere di legno al terriccio della vostra succulenta prima di annaffiarla abbondantemente.

Fase 8: Affidarsi alle compostiere per un fertilizzante naturale

Grazie alla bellezza e alla praticità delle compostiere, avete un'ottima opzione per applicare il fertilizzante organico alle vostre piante grasse.

Fase 9: Come concimare le piante grasse con un bidone per il compost

- Per utilizzare il concime organico proveniente da una compostiera sulle vostre piante grasse, assicuratevi di mescolarlo con acqua in un rapporto di 1 parte di concime e 10 parti di acqua.

- Poi si può semplicemente versare nel terreno intorno alla pianta: penetrando nel terreno, il concime inizierà a fare la sua magia e a distribuire tutte le sostanze nutritive importanti.

Volete avere ancora più succulente (il nostro affettuoso soprannome per le amate piante grasse) nella vostra collezione? Imparate a propagare le succulente in 8 semplici passi!

Fase 10: imparare a curare le piante grasse

Anche se avete appena imparato a concimare le piante grasse con fertilizzanti ricchi di varie sostanze nutritive, è importante anche sapere come prendersi cura delle piante grasse in seguito.

- Investite in vasi larghi e robusti, indipendentemente dalla varietà di succulente che avete. Il motivo è che le succulente hanno radici spesse che si estendono, e richiedono un diametro ampio perché la pianta cresca correttamente e si mantenga in salute. Se la vostra succulenta tende a essere grande e pesante, prendete un vaso che non si ribalti quando la pianta cresce.

- Fate una visita al negozio di fiori e prendete una miscela di terriccio già pronta per cactus e piante grasse. Seguite le istruzioni riportate sull'etichetta per aggiungerla correttamente al vaso della succulenta.

- Collocate la vostra succulenta in una posizione soleggiata. Se il vostro clima è troppo caldo, spostate la pianta in un luogo in cui possa godere di 6-8 ore di luce solare filtrata ogni giorno. Nei climi più freschi, sono sufficienti circa 6 ore di sole pieno. E se coltivate le vostre succulente in vasi all'interno, spostatele in una finestra dove possano prendere il sole pieno.

- Nel vostro impegno a curare correttamente le piante grasse, innaffiatele almeno una volta alla settimana durante la stagione di crescita. Naturalmente, la frequenza dell'innaffiatura dipende anche dal tipo di piante grasse che state coltivando, ma assicuratevi che il terreno sia sempre umido (e non fradicio) durante la primavera e l'estate.

- Non appena si entra nel periodo di dormienza della pianta, ridurre le annaffiature.

- Quando la temperatura scende troppo, portate le piante grasse in casa, dove potranno svernare vicino a un davanzale caldo e soleggiato, e non riportatele all'esterno prima che sia passato l'ultimo gelo dell'inverno.

Come concimate e curate le vostre piante grasse?

Albert Evans

Jeremy Cruz è un rinomato interior designer e blogger appassionato. Con un estro creativo e un occhio per i dettagli, Jeremy ha trasformato numerosi spazi in splendidi ambienti di vita. Nato e cresciuto in una famiglia di architetti, il design gli scorre nel sangue. Fin da giovane è stato immerso nel mondo dell'estetica, costantemente circondato da progetti e schizzi.Dopo aver conseguito una laurea in Interior Design presso una prestigiosa università, Jeremy ha intrapreso un viaggio per dare vita alla sua visione. Con anni di esperienza nel settore, ha lavorato con clienti di alto profilo, progettando squisiti spazi abitativi che incarnano sia funzionalità che eleganza. La sua capacità di interpretare le preferenze dei clienti e trasformare i loro sogni in realtà lo contraddistingue nel mondo dell'interior design.La passione di Jeremy per l'interior design va oltre la creazione di splendidi spazi. Come scrittore appassionato, condivide la sua esperienza e conoscenza attraverso il suo blog, Decorazione, Interior Design, Idee per cucine e bagni. Attraverso questa piattaforma, mira a ispirare e guidare i lettori nei loro sforzi di progettazione. Da suggerimenti e trucchi alle ultime tendenze, Jeremy fornisce preziose informazioni che aiutano i lettori a prendere decisioni informate sui loro spazi abitativi.Con un focus su cucine e bagni, Jeremy ritiene che queste aree abbiano un enorme potenziale sia per la funzionalità che per l'esteticaappello. Crede fermamente che una cucina ben progettata possa essere il cuore di una casa, favorendo i legami familiari e la creatività culinaria. Allo stesso modo, un bagno ben progettato può creare un'oasi rilassante, consentendo alle persone di rilassarsi e ringiovanire.Il blog di Jeremy è una risorsa di riferimento per gli appassionati di design, i proprietari di case e chiunque desideri rinnovare i propri spazi abitativi. I suoi articoli coinvolgono i lettori con immagini accattivanti, consigli di esperti e guide dettagliate. Attraverso il suo blog, Jeremy si impegna a consentire alle persone di creare spazi personalizzati che riflettano le loro personalità, stili di vita e gusti unici.Quando Jeremy non disegna o scrive, può essere trovato a esplorare le nuove tendenze del design, visitare gallerie d'arte o sorseggiare caffè in accoglienti caffè. La sua sete di ispirazione e apprendimento continuo è evidente negli spazi ben realizzati che crea e nei contenuti perspicaci che condivide. Jeremy Cruz è un nome sinonimo di creatività, competenza e innovazione nel campo dell'interior design.