Come piantare l'arancio: 8 consigli infallibili per coltivare gli aranci in giardino

Albert Evans 19-10-2023
Albert Evans

Descrizione

Coltivare un albero da frutto come l'arancio in giardino può essere vantaggioso in due modi: oltre ad avere una fonte costante e permanente di questo agrume a portata di mano una volta che l'albero ha iniziato a fruttificare, un albero carico di arance è una vivace finitura visiva per il giardino che competerà con altri alberi e piante ornamentali.

Se vi state chiedendo come piantare i semi di arancio, sappiate che non è una buona idea. Poiché gli alberi di arancio crescono molto bene in gran parte del Brasile, molti giardinieri principianti commettono l'errore di usare i semi per coltivare questo albero. Si scopre che i semi di arancio sono molto suscettibili alle malattie e ai parassiti. Inoltre, impiegheranno fino a 15 anni per dare frutti.

Guarda anche: Portautensili da cucina fai da te in 8 passi

Pertanto, è meglio coltivare aranci da talee innestate dell'albero, perché in questo modo si ottiene un albero sano che può sopravvivere a condizioni difficili e produrre frutti molto più velocemente di quanto sarebbe possibile coltivando arance da seme.

In Brasile, il clima migliore per la coltivazione degli aranci è quello in cui le temperature sono comprese tra 23 e 32°C. Le temperature superiori a 32°C non sono adatte alla coltivazione degli aranci, soprattutto se la regione non dispone di molte risorse idriche. La resistenza al freddo dipende dalla varietà.

Se volete sapere come coltivare le arance in vaso, la prima cosa da tenere presente sono proprio le temperature minime e massime della vostra regione. In quelle in cui le temperature possono scendere al di sotto dei 7°C, è meglio optare per una varietà di arance da coltivare in vaso in casa o che possa essere trasportata al chiuso in inverno. Piantare l'arancio ha più successose viene effettuata nel momento ideale, cioè nella stagione più piovosa o durante l'inverno, come avviene negli Stati meridionali del Paese.

In questo tutorial abbiamo messo in evidenza 8 ottimi consigli su come coltivare gli aranci, che potrete utilizzare anche per la cura dei mini aranci.

Suggerimento 1 - Scegliere la posizione giusta per l'arancio

Uno dei passaggi più importanti per la cura degli aranci in casa è quello di scegliere un luogo ben illuminato o luminoso nei mesi invernali. L'ideale sarebbe una serra o un giardino d'inverno. In estate, si può spostare l'albero in giardino e collocarlo in un luogo soleggiato ma coperto.

Suggerimento 2 - Mantenere l'arancio alla giusta temperatura

La temperatura minima che un arancio può sopportare è compresa tra i 10° C e i 13° C. Se la pianta viene tenuta all'esterno o in zone in cui la temperatura può scendere al di sotto dei 7° C, l'albero può morire. Ma se decidete di tenere la pianta all'esterno della casa in un luogo coperto, avvolgete il vaso con della lana isolante per orticoltura per proteggere la pianta se la temperatura scende al di sotto della soglia minima.tollerabile.

Suggerimento 3 - Quantità d'acqua per innaffiare la piantina di arancio

La quantità d'acqua da fornire alla piantina di arancio dipende dal clima della regione e dalla frequenza delle precipitazioni. Tuttavia, una regola generale per la cura dell'arancio è quella di annaffiarlo regolarmente in primavera e in estate per evitare che soffra le alte temperature. Spruzzare acqua sulle foglie al mattino presto durante l'estate fornirà l'umidità necessaria alla pianta. aUn'alternativa è quella di mettere i vasi in vaschette con un prodotto orticolo per mantenere l'umidità. Potete sospendere le annaffiature in autunno e in inverno, inumidendo il terreno solo quando è asciutto, ma continuate a spruzzare regolarmente acqua sulle foglie in inverno per stimolare l'impollinazione e la fruttificazione. Nota: ricordate che la quantità di annaffiature influisce anche sul succo dei frutti. Più annaffiature fateacqua, minore sarà il contenuto solido dell'arancia.

Suggerimento 4 - Qual è il miglior fertilizzante per gli aranci?

Innanzitutto, è necessario sapere che il tipo di concime utilizzato sull'arancio influisce sul contenuto dei frutti. Un concime ricco di azoto produrrà frutti con più olio nella buccia, mentre un concime ad alto contenuto di potassio produrrà il risultato opposto. Se si desidera aumentare la fruttificazione dell'arancio, è necessario applicare all'albero circa 1 o 2 chili di azoto all'anno. A tutti iPertanto, qualsiasi fertilizzante utilizzato per l'albero dovrebbe includere potassio, fosforo e altri micronutrienti. Se un albero da frutto come l'arancio non produce frutti nonostante l'applicazione di fertilizzanti, c'è qualcosa che non va: la cosa migliore da fare è analizzare il terreno per determinare se c'è uno squilibrio di sostanze nutritive. In caso affermativo, è possibile compensare questa situazione scegliendoIn questo modo, è possibile applicare ulteriori sostanze nutritive alle foglie dell'albero spruzzando 1 o 2 volte all'anno.

Guarda anche: Come riempire i gusci d'uovo di coriandoli

Suggerimento 5 - Come potare l'arancio

Non è necessario potare l'arancio per dargli una forma, ma è consigliabile rimuovere i rami che sono cresciuti a meno di 30 centimetri dalla base dell'arancio. È anche importante, per mantenere l'albero in salute, rimuovere i rami danneggiati o morenti.

Suggerimento 6 - Quali sono le malattie e i parassiti da tenere d'occhio sugli alberi di arancio

Inverdimento - È la malattia che oggi colpisce maggiormente gli agrumi, non solo in Brasile, ma in tutto il mondo. È causata da batteri che fanno appassire la pianta. I sintomi sono foglie più spesse e frutti deformati e più piccoli del normale. Per prevenire la malattia, c'è una sola soluzione: il monitoraggio costante e l'eradicazione delle piante contaminate.

Canchero degli agrumi - Anch'essa causata da batteri, la diffusione di questa malattia avviene attraverso l'irrigazione o l'associazione tra acqua piovana e venti. I sintomi principali sono la presenza di lesioni marroni sporgenti sulle piante; e aloni gialli intorno alle lesioni, che possono comparire su foglie, rami e frutti, e causare la caduta anomala di questi elementi dell'albero.

Ingiallimento - Un'altra malattia causata da batteri che ostruiscono i vasi che trasportano l'acqua e le sostanze nutritive. Il sintomo principale è la presenza di piccole macchie giallastre sulla parte anteriore della foglia e di macchie paglierine su quella posteriore. Inoltre, la malattia provoca frutti piccoli e duri.

Gommosi - Più comune nelle regioni a clima subtropicale, questa malattia è causata da un tipo di fungo. I sintomi sono macchie brunastre dall'aspetto umido sul tronco. Con il progredire della malattia, la corteccia marcisce e forma delle gomme e, se raggiunge le radici, queste marciscono, la pianta inizia a seccare fino a morire. La lotta preventiva va fatta con l'uso di portainnesti, oltre a evitare l'uso di portainnesti.piantumazione in aree con scarso drenaggio.

Cocciniglie - Un parassita che colpisce la maggior parte delle piante da interno, le cocciniglie si trovano anche in giardino nei climi più caldi. I sintomi della malattia si riconoscono dalla presenza di masse bianche o marroni sui fusti, simili a batuffoli di cotone. È possibile liberarsene trattando l'arancio con una soluzione a base di sapone, olio e alcool. Ripetere l'applicazionese necessario, un paio di volte.

Afidi - Poiché gli afidi si nutrono della linfa delle piante e delle foglie, un attacco di questo parassita può provocare la torsione delle foglie e la loro caduta dalla pianta. Il controllo degli afidi può essere effettuato spruzzando acqua saponata.

Suggerimento 7 - Qual è il terreno ideale per gli aranci?

Per ottenere una fruttificazione abbondante, gli aranci devono essere coltivati in un terreno naturalmente ricco di sostanze nutritive. Cercate di non aggiungere troppo fertilizzante al terreno perché, sebbene migliori la crescita del fogliame, danneggia la fioritura e la fruttificazione.

Suggerimento 8 - Come stimolare la fruttificazione e la fioritura

Gli aranci producono frutti una volta all'anno, che impiegano tra i 7 e i 12 mesi per maturare. Se si coltivano gli aranci all'aperto, in giardino, l'impollinazione è di solito affidata alle api e ad altri impollinatori. Quando ci si prende cura degli aranci in casa, una buona idea è quella di impollinare manualmente, spargendo il polline da un fiore all'altro. Per farlo, si può utilizzare un bastoncino di cotone ouna spazzola morbida.

Albert Evans

Jeremy Cruz è un rinomato interior designer e blogger appassionato. Con un estro creativo e un occhio per i dettagli, Jeremy ha trasformato numerosi spazi in splendidi ambienti di vita. Nato e cresciuto in una famiglia di architetti, il design gli scorre nel sangue. Fin da giovane è stato immerso nel mondo dell'estetica, costantemente circondato da progetti e schizzi.Dopo aver conseguito una laurea in Interior Design presso una prestigiosa università, Jeremy ha intrapreso un viaggio per dare vita alla sua visione. Con anni di esperienza nel settore, ha lavorato con clienti di alto profilo, progettando squisiti spazi abitativi che incarnano sia funzionalità che eleganza. La sua capacità di interpretare le preferenze dei clienti e trasformare i loro sogni in realtà lo contraddistingue nel mondo dell'interior design.La passione di Jeremy per l'interior design va oltre la creazione di splendidi spazi. Come scrittore appassionato, condivide la sua esperienza e conoscenza attraverso il suo blog, Decorazione, Interior Design, Idee per cucine e bagni. Attraverso questa piattaforma, mira a ispirare e guidare i lettori nei loro sforzi di progettazione. Da suggerimenti e trucchi alle ultime tendenze, Jeremy fornisce preziose informazioni che aiutano i lettori a prendere decisioni informate sui loro spazi abitativi.Con un focus su cucine e bagni, Jeremy ritiene che queste aree abbiano un enorme potenziale sia per la funzionalità che per l'esteticaappello. Crede fermamente che una cucina ben progettata possa essere il cuore di una casa, favorendo i legami familiari e la creatività culinaria. Allo stesso modo, un bagno ben progettato può creare un'oasi rilassante, consentendo alle persone di rilassarsi e ringiovanire.Il blog di Jeremy è una risorsa di riferimento per gli appassionati di design, i proprietari di case e chiunque desideri rinnovare i propri spazi abitativi. I suoi articoli coinvolgono i lettori con immagini accattivanti, consigli di esperti e guide dettagliate. Attraverso il suo blog, Jeremy si impegna a consentire alle persone di creare spazi personalizzati che riflettano le loro personalità, stili di vita e gusti unici.Quando Jeremy non disegna o scrive, può essere trovato a esplorare le nuove tendenze del design, visitare gallerie d'arte o sorseggiare caffè in accoglienti caffè. La sua sete di ispirazione e apprendimento continuo è evidente negli spazi ben realizzati che crea e nei contenuti perspicaci che condivide. Jeremy Cruz è un nome sinonimo di creatività, competenza e innovazione nel campo dell'interior design.