Tutorial sulla pittura fai da te - Come fare la vernice bianca a casa in 5 passi

Albert Evans 19-10-2023
Albert Evans

Descrizione

La vernice bianca è un elemento essenziale nella vostra collezione di colori, perché aiuta a ravvivare altri colori e a creare nuove tonalità. Che si tratti di mescolare il bianco con il nero per ottenere il colore grigio o di cambiare la tonalità da magenta a rosa bubblegum, si può fare molto con un po' più o un po' meno di vernice bianca.

Immaginate di essere nel bel mezzo di un progetto di bricolage, di aver finito la vernice bianca e che il negozio di materiali edili sia già chiuso. C'è qualcosa che si può fare in una situazione del genere? Sì, c'è: è sufficiente preparare la propria vernice bianca.

In questo tutorial sulla pittura fai-da-te vi insegnerò il processo di preparazione della vernice bianca a partire da colla bianca e colorante alimentare bianco mescolati con olio di soia. È molto facile e, una volta imparato a fare la vernice bianca, sarete in grado di realizzare qualsiasi miscela di colori e in qualsiasi quantità. Quindi la buona notizia è che non avrete più bisogno di acquistare un barattolodi vernice bianca e finire per vederne la maggior parte asciugare perché non l'avete usato abbastanza spesso per finire la vernice quando è ancora fresca.

Ma prima di passare all'azione, dobbiamo sfatare un mito a cui molti credono, ma che non ha nulla di vero. Molti principianti della pittura fai-da-te che cercano di realizzare una vernice fatta in casa, spesso fanno ricerche su miscele di colori che permettano di ottenere il colore bianco. L'informazione che trovano più spesso in queste ricerche è che, realizzando una miscela di colori primari, sarebbe possibile ottenere il colore bianco.Si tratta di un'idea sbagliata: mescolando le vernici - cioè i pigmenti - nei colori rosso, giallo e blu non si otterrà mai il colore bianco.

Questo è possibile solo con luci colorate Quando un fascio di luce attraversa un prisma di vetro invertito, cioè quando i sette colori dello spettro della luce visibile - rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e viola - passano attraverso il prisma invertito e si riuniscono, diventano un'unica onda elettromagnetica, quella della luce bianca visibile (per inciso, tutti i colori sono onde elettromagnetiche).

Questo processo è stato scoperto all'inizio del XVIII secolo dal fisico Isaac Newton, che ha condotto un esperimento in cui un fascio di luce bianca è stato fatto passare attraverso un prisma di vetro e, così facendo, questa luce è stata rifratta, cioè è stata deviata e scomposta nei sette colori che ho già menzionato. Con il prisma invertito, il risultato è la riunione dei sette colori in un fascio di luce bianca.

Pertanto, solo la combinazione di Luce in questi sette colori, non la combinazione dei colori delle vernici, dà come risultato il colore bianco. Questo significa che se si cerca di mescolare vernici con pigmenti nei colori rosso, giallo e blu, si ottiene solo un colore grigio scuro o molto vicino al nero.

Ora passiamo alle 5 fasi del tutorial su come fare la vernice bianca fai da te, che vi piacerà molto!

Fase 1 - Separare un contenitore di plastica

Vi consiglio di utilizzare uno di quei contenitori di plastica che si trovano nelle confezioni di cibo da asporto o a domicilio. Potete anche utilizzare una ciotola dello stesso materiale che intendete smaltire, perché dovrete gettarla più tardi, dopo che la vernice si sarà asciugata.

Guarda anche: Come fare uno scaffale: imparare a fare uno scaffale a forma di aeroplano

Fase 2 - Versate la colla PVA nella ciotola

Versare circa 150 ml di colla PVA bianca nella ciotola.

Guarda anche: Cura dell'erba sintetica: come pulire l'erba sintetica in 6 passi

Fase 3 - Aggiungere l'olio vegetale

Versare nella ciotola 1 cucchiaio di olio vegetale, che può essere di soia, più comune ed economico.

Fase 4 - Aggiungete il colorante alimentare bianco alla ciotola

A questo punto si deve aggiungere il colorante in polvere alla ciotola. Se si utilizza il colorante in polvere bianco, aggiungerne circa 1 cucchiaio alla colla e all'olio già presenti nella ciotola. Se invece si utilizza il colorante liquido bianco, versarne circa 20 gocce nella ciotola. Attenzione: si può utilizzare solo il colorante in polvere o quello liquido, non si possono usare entrambi contemporaneamente. Mescolare bene fino a quando non è stato aggiunto tutto il colorante.Gli ingredienti sono ben amalgamati e il composto è omogeneo.

Fase 5 - La vernice bianca è ora pronta per l'uso!

Ora potete utilizzare la vostra pittura murale fatta in casa di colore bianco per dipingere le superfici che desiderate. Ricordate solo che, per utilizzare questa vernice bianca, dovrete applicare tre mani per ottenere il risultato desiderato. Dovete anche ricordarvi di aspettare che la vernice si asciughi per circa 1 ora dopo ogni mano.

Come si può rendere la vernice bianca ancora più bianca?

Se la vernice bianca ottenuta mescolando questi ingredienti è risultata meno bianca e più opaca di quanto ci si aspettasse, ci si potrebbe chiedere cosa fare per renderla più bianca. Si può provare ad aggiungere altro colorante alimentare bianco, mescolando fino a ottenere un composto omogeneo. Di solito dovrebbe funzionare, ma se non funziona si può provare ad aggiungere una piccola quantità di colorante alimentare.Il motivo per cui il colorante giallo è in grado di rendere la vernice più bianca è che aggiunge un certo calore all'aspetto freddo del bianco. Per quanto riguarda il colorante blu, se si aggiunge questo colore alla vernice bianca si otterrà lo stesso effetto di schiarimento che si ottiene quando si usa della candeggina per bucato, come quella senza cloro.

Come fare la vernice bianca: cosa è meglio, colorante in polvere o liquido?

Per quanto riguarda il risultato del colore bianco, non c'è alcuna differenza tra l'uso di un colorante liquido e quello di un colorante in polvere, ma il colorante liquido è più concentrato. Tuttavia, per realizzare la vernice bianca fatta in casa, dovrete utilizzare una quantità di prodotto significativamente inferiore (quasi la metà) rispetto al colorante in polvere.

Si può usare la vernice bianca per schiarire un'altra tonalità di vernice?

La vernice bianca è l'opzione migliore per schiarire altre tonalità di vernice. In generale, è possibile aggiungere parti uguali di vernice bianca e di vernice di un'altra tonalità, in modo da ottenere un risultato più chiaro della metà. Ma si può anche aggiungere la vernice bianca alla vernice di un altro colore, poco alla volta, finché non si schiarisce al punto desiderato.

Ci sono altri modi per fare la vernice bianca in casa?

Questa vernice bianca fatta in casa è molto simile alla vernice ad olio o alla vernice acrilica (queste informazioni sono per chi vuole sapere come fare la vernice acrilica in casa), ma si può fare la vernice bianca in molti altri modi.

- Il metodo più semplice è quello di mescolare farina, sale e acqua. Prendete una tazza di acqua tiepida e aggiungete all'acqua circa 340 g di sale e altrettanti di farina. Con un cucchiaio o un pennello mescolate il tutto fino a ottenere un composto omogeneo. Il risultato è una pittura bianca lavabile e atossica, ideale per i bambini.

- Se desiderate realizzare una pittura a gesso bianca per dipingere i mobili senza rovinarli, potete prepararla in casa con acqua e bicarbonato di sodio. Versate circa 45 ml di acqua in una ciotola e aggiungete 110 g di bicarbonato di sodio all'acqua (se preferite, potete sostituire il bicarbonato di sodio con del gesso di Parigi. Un'altra opzione per realizzare una pittura a gesso bianca è quella di utilizzare una malta senza sabbia).Dopo aver mescolato il bicarbonato di sodio con l'acqua, aggiungere un po' di vernice al lattice bianca per far aderire la miscela alla superficie del mobile.

- Si può anche preparare una vernice acrilica bianca fatta in casa mescolando circa 1 tazza di colla bianca con 1 cucchiaio di gesso di Parigi e 1/3 di tazza di talco. Mescolare con un pennello, aggiungendo acqua per diluire la consistenza al punto desiderato.

Albert Evans

Jeremy Cruz è un rinomato interior designer e blogger appassionato. Con un estro creativo e un occhio per i dettagli, Jeremy ha trasformato numerosi spazi in splendidi ambienti di vita. Nato e cresciuto in una famiglia di architetti, il design gli scorre nel sangue. Fin da giovane è stato immerso nel mondo dell'estetica, costantemente circondato da progetti e schizzi.Dopo aver conseguito una laurea in Interior Design presso una prestigiosa università, Jeremy ha intrapreso un viaggio per dare vita alla sua visione. Con anni di esperienza nel settore, ha lavorato con clienti di alto profilo, progettando squisiti spazi abitativi che incarnano sia funzionalità che eleganza. La sua capacità di interpretare le preferenze dei clienti e trasformare i loro sogni in realtà lo contraddistingue nel mondo dell'interior design.La passione di Jeremy per l'interior design va oltre la creazione di splendidi spazi. Come scrittore appassionato, condivide la sua esperienza e conoscenza attraverso il suo blog, Decorazione, Interior Design, Idee per cucine e bagni. Attraverso questa piattaforma, mira a ispirare e guidare i lettori nei loro sforzi di progettazione. Da suggerimenti e trucchi alle ultime tendenze, Jeremy fornisce preziose informazioni che aiutano i lettori a prendere decisioni informate sui loro spazi abitativi.Con un focus su cucine e bagni, Jeremy ritiene che queste aree abbiano un enorme potenziale sia per la funzionalità che per l'esteticaappello. Crede fermamente che una cucina ben progettata possa essere il cuore di una casa, favorendo i legami familiari e la creatività culinaria. Allo stesso modo, un bagno ben progettato può creare un'oasi rilassante, consentendo alle persone di rilassarsi e ringiovanire.Il blog di Jeremy è una risorsa di riferimento per gli appassionati di design, i proprietari di case e chiunque desideri rinnovare i propri spazi abitativi. I suoi articoli coinvolgono i lettori con immagini accattivanti, consigli di esperti e guide dettagliate. Attraverso il suo blog, Jeremy si impegna a consentire alle persone di creare spazi personalizzati che riflettano le loro personalità, stili di vita e gusti unici.Quando Jeremy non disegna o scrive, può essere trovato a esplorare le nuove tendenze del design, visitare gallerie d'arte o sorseggiare caffè in accoglienti caffè. La sua sete di ispirazione e apprendimento continuo è evidente negli spazi ben realizzati che crea e nei contenuti perspicaci che condivide. Jeremy Cruz è un nome sinonimo di creatività, competenza e innovazione nel campo dell'interior design.